notizie top forex

Forex: sterlina positiva su ultimi rumors Brexit. Ma quali sono i possibili driver dei prossimi mesi?

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 17/05/2018 - 12:25

Reazione positiva sul mercato Forex della sterlina nei confronti delle principali valute. Il cambio sterlina/dollaro avanza di circa lo 0,10% a 1,35, mentre il crosso euro/sterlina si mostra debole, registrando una flessione dello 0,13% a quota 0,8742. A sostenere la valuta britannica l'indiscrezione pubblicata da "The Telegraph", secondo cui Londra sarà disposta a rimanere all'interno dell'unione doganale dopo il 2021. Tra i paesi aderenti ad una unione doganale, vengono abbattute le barriere commerciali che impediscono la libera circolazione delle merci e viene istituita una tariffa doganale comune. Il Regno Unito ha promesso di pubblicare presto un documento sulla sua visione delle relazioni con l'Unione europea dopo la Brexit, fissata per il 29 marzo 2019.


Settimana scorsa la sterlina si era deprezzata dopo la riunione della Bank of England (Boe) ha confermato la sua politica monetaria, con i tassi di interesse fermi allo 0,5 per cento. Invariato anche il programma di acquisto asset a 435 miliardi di sterline e di obbligazioni a 10 miliardi di sterline. La decisione è stata presa con 7 voti favorevoli e 2 contrari, alla luce di una inflazione al 2,5% contro un target fissato al 2 per cento. Nel suo rapporto, la BoE ha rivisto al ribasso le sue previsioni su inflazione e Pil inglese portandole al 2,4% e all'1,4% rispettivamente.


Gli strategist di Mps Capital Services sottolineano che la BoE "oltre a mantenere invariati i tassi d’interesse, ha segnalato un rallentamento dell’inflazione più marcato di quanto atteso in precedenza, lasciando intendere che per quest’anno è possibile attendersi un solo rialzo". Non sono state, tuttavia, fornite indicazioni sulla tempistica di questa stretta: il mercato prezza al momento un rialzo anovembre con una probabilità di circa il 66%, stando ai calcoli Bloomberg estrapolati dagli OIS.


Le prospettive e i driver dei prossimi mesi
Secondo la view degli strategist di Mps Capital Services, che si concentrano sul cambio euro/sterlina, l’incertezza legata alle tempistiche del rialzo dei tassi da parte della BoE e i dati macro deludenti potrebbero spingere il cross valuta unica/divisa inglese in prossimità dell'area 0,89. "Tuttavia, continuiamo a credere che nella seconda parte dell’anno la sterlina possa apprezzarsi verso euro, con la possibilità di raggiungere area 0,85, sulla scia di progressi sul tema Brexit; recupero dell’economia britannica che dovrebbe portare gli operatori ad incrementare la possibilità di un rialzo BoE in autunno, e prese di profitto degli speculatori".