notizie top forex

Biglietto verde si conferma tonico in attesa di Trump

Inviato da Luca Fiore il Mer, 27/09/2017 - 17:33



Dollaro che si conferma tonico il day-after il discorso con cui Janet Yellen ha sostanzialmente ufficializzato il prossimo rialzo dei tassi nel corso del meeting di dicembre. “Nonostante un’inflazione debole, la Yellen ha chiaramente detto che non intende aspettare troppo prima di nuove strette, ha definito ‘imprudente’ attendere il momento in cui l’inflazione raggiungerà il target”, rilevano gli esperti di CIBC Capital Markets.

Sul valutario il biglietto verde spinge il cambio con la moneta unica a 1,1738$,  -0,34% rispetto al dato precedente, mentre l’incrocio con la sterlina si porta a 1,3395$, -0,23%. Il cross con lo yen, fortemente penalizzato dalla crisi nord-coreana, ha superato la soglia dei 113¥ facendo segnare, a 113,25¥, il livello maggiore da oltre due mesi.

Merito dell’aggiornamento relativo gli ordini di beni durevoli, saliti più delle stime ad agosto (+1,7% mensile), e dell’attesa per la presentazione del piano di riforma fiscale da parte del presidente Trump.

Stando ai rumor, la corporate tax dovrebbe scendere dal 35 al 20 per cento mentre l’aliquota sui redditi più elevati è vista in calo dal 39,6 al 35%. “Se (la riforma, ndr) dovesse passare quest’anno, finirebbe per incrementare la fiducia nell’economia statunitense e sostenere ulteriormente il dollaro”, ha commentato Lukman Otunuga, analista di FXTM.

“Continuiamo a ritenere – riporta una nota di BTMU Research - che il maggiore rischio per il nostro outlook ribassista sul dollaro sia rappresentato da una riforma fiscale più efficace delle attese nel rilanciare l’economia statunitense”.

tags